Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca Clicca per accedere alla sezione...

Per saperne di più clicca qui...


Le immagini, se non diversamente segnalato, sono prevalentemente tratte da materiali fotografici e grafici preesistenti modificati e riadattati dall'autrice. La riproduzione parziale e non a scopo commerciale del materiale pubblicato (immagini e testi) è consentita citando la fonte (indirizzo web) e l’autore (Cinzia Ricci o altri), diversamente tutti i diritti sono riservati.

Questo sito, testato principalmente con Firefox, Internet Explorer e Safari, è privo di contenuti dannosi per i computer. L'utilizzo di altri Browser o comunque con script e controlli ActiveX disattivati, potrebbe causare visualizzazioni difformi o parziali, errori e malfunzionamenti. Risoluzione schermo consigliata: 1024x768.

Contattaci!
Aggiornato Lunedì 12-Mar-2018


In questa sezione ho riunito i racconti che non hanno trovato posto in “Ritratti” e ne “Il giuoco della campana”, fra questi “Gaia” che proprio un racconto non è, però... e “Le tre madri”, una pièce teatrale o radiofonica piuttosto cupa e farraginosa, edita in proprio nel 1986 e successivamente ridotta, riportata all’idea originale dalla quale aveva avuto origine.

Grazie poi alla collaborazione di Michela che lo ha trascritto insieme al “Filo di Arianna”, posso finalmente riproporre “Lady and Lady... Smith”, un racconto abbastanza lungo che attraverso le pagine di un diario e i numerosi flash-back evocati dalla protagonista, ricostruisce un amore spinto sino alle estreme conseguenze - con finale a sorpresa.

Come sempre, buona lettura.

C. Ricci

Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...