Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca Clicca per accedere alla sezione...
Contattaci!
Aggiornato Martedì 16-Ott-2012

 

Data la crudezza di alcune immagini, se ne sconsiglia la visione ai minori e alle persone facilmente impressionabili

 

Pogrom n. 1 (1)

Pogrom n. 2 (2)

Pogrom n. 3 (3)

Varsavia, 1943 (4)

Rastrellamenti (5)

Umiliazioni # 1 (6)

Umiliazioni # 2 (6)

Umiliazioni # 3 (6)

Umiliazioni # 4 (6)

Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca

 

 

1) Tre immagini della deportazione degli ebrei nei campi di sterminio.

2) Collage tra due differenti immagini dei rastrellamenti nel ghetto di Varsavia. In sovrapposizione, il campo di Auschwitz.

3) Ebrei rastrellati durante la cosiddetta kristallnacht (notte dei cristalli). Dietro, il campo di Auschwitz visto da una finestra.

4) Civili ebrei rastrellati e avviati ai campi di concentramento durante la distruzione del ghetto di Varsavia (Polonia, 1943).

5) In alto a sinistra: un civile è catturato dai soldati tedeschi durante la repressione della rivolta del ghetto di Varsavia (1943). In basso a sinistra: civili rastrellati durante la distruzione del ghetto di Varsavia (1943). In basso, al centro: civili rastrellati nel ghetto di Lublin.

6) Il 12 Marzo 1938, Hitler annette l'Austria alla Germania, il 13 entra a Vienna. Ma già dal 1932, i nazisti austriaci avevano dominato la scena politica e culturale del loro paese, tanto che nel 1933, il Cancelliere Engelbert Dollfuß decretò la fine del parlamentarismo istituendo un regime autoritario simile a quello italiano. Da quel momento, per gli ebrei e le altre categorie invise ai nazifascisti, cominciò la persecuzione con il boicottaggio delle attività economiche e produttive, l'azzeramento dei diritti, i pestaggi, gli arresti, le umiliazioni pubbliche e le deportazioni nei campi di concentramento, in particolare a Dachau e a Mauthausen. Nella sola Vienna, nel 1938, i nazisti distrussero 22 sinagoghe, 40 piccali oratori e il cimitero ebraico della città. Dei 182.000 ebrei che nel 1938 vissero in Austria, 120.000 riuscirono a scappare in altri paesi, 62.000 furono uccisi. Le elaborazioni mostrano foto scattate presumibilmente nel 1938 che ritraggono alcuni ebrei costretti a pulire le strade di Vienna, circondati da adulti e bambini ben lieti di infliggere loro una tale umiliazione.

Clicca

 

Clicca clicca Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca
Clicca

 

Le immagini, se non diversamente segnalato, sono prevalentemente tratte da materiali fotografici e grafici preesistenti modificati e riadattati dall'autrice. La riproduzione parziale e non a scopo commerciale del materiale pubblicato (immagini e testi) è consentita citando la fonte (indirizzo web) e l’autore (Cinzia Ricci o altri), diversamente tutti i diritti sono riservati.

Clicca

by www.cinziaricci.it

Clicca

Questo sito, testato principalmente con Firefox, Internet Explorer e Safari, è privo di contenuti dannosi per i computer. L'utilizzo di altri Browser o comunque con script e controlli ActiveX disattivati, potrebbe causare visualizzazioni difformi o parziali, errori e malfunzionamenti. Risoluzione schermo consigliata: 1024x768.