Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca Clicca per accedere alla sezione...
Contattaci!
Aggiornato Domenica 06-Gen-2008

 

Lucca (Tassignano): Lunedì 23 Agosto, ore 21, c/o Circolo "Il Mattaccio", assemblea LEGGI
Lucca: Sabato 28 Agosto, ore 16:30, concentramento in Piazza Grande, manifestazione LEGGI
Genova: Giovedì 16 settembre ore 18, c/o Festa dell’Unità Nazionale, dibattito LEGGI

 

 

ASSEMBLEA SPAZI AUTOGESTITI, CSDS, RIFONDAZIONE COMUNISTA E GIOVANI COMUNISTI

ORA E SEMPRE ANTIFASCISTI

Comunicato Assemblea

 

Sabato notte all'una circa cinque individui esplicitamente dichiaratisi nazisti hanno aggredito Edo alle spalle, da vili quali sono. Mezz'ora di botte, calci, pugni, i camerati si sono nuovamente distinti in un'altra delle loro prodezze, 2 reggono e 3 picchiano.
Edo, come i sei compagni accoltellati a Milano agli inizi di agosto, non è un "estremista di sinistra" come a qualcuno piacerebbe etichettarlo. Edo è stato massacrato perché comunista, perché impegnato in tante battaglie sociali sul nostro territorio, contro le antenne selvagge, contro !a precarietà, per la Palestina, contro la guerra.
Edo è stato massacrato perché qualcuno vuole (ed a qualcuno fa comodo) che, in un periodo di guerra permanente, non ci sia opposizione sui territori, non ci siano voci fuori dal coro.
Tutti e tutte devono annichilirsi, pensare a produrre consumare crepare senza disturbare troppo. I fascisti, come la storia insegna, sono la manodopera della repressione.
Di fronte a questa escalation di aggressioni nei confronti di omosessuali, immigrati e militanti di sinistra, dobbiamo reagire ora più che mai facendo terra bruciata intorno a questi vigliacchi squadristi, lasciati per troppo tempo liberi di agire nella nostra città.

Per questo invitiamo tutte e tutti a partecipare in massa ad una

Assemblea pubblica Lunedì 23 agosto alle ore 21.00
Presso il circolo culturale "il Mattaccio" a Tassignano
in vista di una grande manifestazione antifascista a Lucca

 


 

CORTEO ANTIFASCISTA A LUCCA IL 28 AGOSTO 2004 ORE 16.30 PIAZZA DEL GIGLIO

Appello nella versione definitiva

 

L’Assemblea pubblica delle associazioni, dei movimenti, dei partiti e dei cittadini antifascisti, tenutasi al Circolo il Mattaccio il 23 agosto 2004, ribadisce la ferma condanna della vile aggressione subita da Edoardo Seghi nella notte di Ferragosto in pieno centro cittadino ad opera di un gruppo di simpatizzanti e/o militanti di Forza Nuova.
Si è trattato, purtroppo, di un “pestaggio annunciato”. Sin dalla concessione dal 25 aprile 2001 di spazi da parte dell’Amministrazione Comunale a questa organizzazione era stato facile prevedere l’escalation di violenze che abbiamo registrato in questi anni: intimidazioni di vario tipo, le aggressioni ad esponenti della Sinistra giovanile e del Mercatino dei libri usati, l’azione contro la libreria Baroni, l’odioso stupro punitivo di una ragazza perché omosessuale, per fermarsi solo agli episodi noti, perché altri fatti non sono saliti alla ribalta della cronaca per la comprensibile paura delle vittime. Si è creato, di fatto, a Lucca un clima d’intimidazione nei confronti di tutti coloro che manifestano ferme convinzioni politiche antifasciste e di paura per chi è additato come “diverso” per il colore della pelle, per le scelte sessuali o soltanto per il modo di vestire. Questa degenerazione sociale, culturale e politica va fermata e vanno denunciati tutti quei comportamenti che l’ hanno alimentata e sottovalutata. In particolare, vanno ricordate le responsabilità politiche dell’ Amministrazione Fazzi che, in nome di un malinteso relativismo politico e revisionismo storico, ha, con le proprie scelte, legittimato politicamente e culturalmente un’organizzazione come Forza Nuova che ha lo squadrismo nel proprio DNA.
Ma questo clima cittadino è dovuto anche alla trasformazione progressiva del centro storico in una città ad uso e consumo di pochi speculatori, con l’allontanamento del suo più profondo tessuto sociale ed economico, e alla politica di chiusura rispetto a tutte le richieste di spazi sociali e di luoghi di aggregazione giovanile autogestiti (nei quali con attività interculturali sarebbe possibile comprendere meglio le dinamiche sociali e conoscere e valorizzare le diversità).
Il clima di paura e di disagio che si respira ormai a Lucca può far capire, ma non giustificare, l’atteggiamento dei tanti giovani, nonché degli stessi gestori dei locali notturni, che hanno assistito con agghiacciante indifferenza ad un massacro durato ben 25 minuti! Quando si arriva a pensare che un pestaggio è un problema che riguarda solo la vittima significa che siamo in presenza di una forte lacerazione del tessuto civile e democratico di una città. Né vale l’idea secondo cui “una cosa del genere non potrà mai capitare a me” perché la storia ci insegna che l’intolleranza versa chi pensa o agisce diversamente, se prende piede, si allarga a vista d’occhio e, prima o poi, tocca tutti.
Anche il questore di Lucca ha espresso sconcerto per l’atteggiamento, anche successivo ai fatti, dei giovani presenti al pestaggio: ma l’Assemblea ricorda al questore che quell’atteggiamento è anche dovuto al senso di impunità che ha circondato per anni un gruppo di personaggi tristemente noti in città e alle stesse forze dell’ordine!

L’Assemblea indice per sabato 28 agosto 2004, con concentramento in Piazza del Giglio alle ore 16:30, una

MANIFESTAZIONE CITTADINA ANTIFASCISTA

- per chiedere alle autorità competenti la chiusura della sede di Forza Nuova a Lucca;
- perché siano perseguiti i reati di apologia di fascismo commessi più volte a Lucca negli ultimi anni;
- per un’inversione della politica giovanile e culturale con la concessione di spazi sociali gestibili autonomamente da cittadini e associazioni;
- perché alla violenza dei fascisti non si risponda recintando e controllando con le telecamere il territorio, ma ricreando un clima democratico, di rispetto e dialogo, di valorizzazione delle diversità senza paura e senza violenza!

 

ADESIONI al 27 Agosto 2004:

 

Assemblea Spazi Autogestiti – Arci – CGIL – Gruppo consiliare l’Ulivo per Lucca – Vivere Lucca – Partito dei Comunisti Italiani – Ambiente e Futuro – Confederazioni Cobas e Cobas scuola – Equinozio – Altrovolto Lucca Gay Lesbica – Azione Gay e Lesbica Firenze – Movimento Identità Transessuale – Arcigay Toscana e Nazionale – IREOS – Associazione Genitori di Omosessuali – Gruppi consiliari Rifondazione Comunista Comune e Provincia di Lucca – Giovani Comunisti/e Lucca e Garfagnana – Rifondazione Comunista federazione di Lucca – Mani Tese – Associazione “Progetto Ulisse” – Circolo della Sinistra Morianese – Confederazione dei Comunisti – Comitato Lucchese Contro la Guerra – Comitato di Solidarietà con l’Intifada – Associazione Ghassan Kanafani – Circolo Culturale “Il Mattaccio” - Collettivo 9 Luglio.

 


 

Festa dell’Unità Nazionale – Giovedì 16 settembre ore 18

In occasione della presentazione del romanzo/denuncia “Stone Butch Blues

VOCI CHE ROMPONO IL SILENZIO
CONTRO TRANS/OMOFOBIA

Un appello alla lotta contro la violenza alle donne, alle minoranze oppresse e alle diversità

Intervengono:

Nerina Milletti – Ricercatrice. Owner di Ellexelle.
Davide Tolu – Traduttore di Stone Butch Blues. Portavoce del Coordinamento Trans FtM.

Coordina: Mirella Izzo – Presidente Crisalide Azione Trans Nazionale.

Sarà presente: Cinzia Ricci che porterà la testimonianza di un recente gravissimo atto di lesbofobia

Fiera del Mare di GENOVA Piazzale Kennedy – Sala Matteotti

Organizzazione: Crisalide Azione Trans

Trascrizione del dibattito di Genova
(1° Ottobre 2004 - di C. Ricci)

 

Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina

Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina
Clicca per accedere alla pagina

 

Le immagini, se non diversamente segnalato, sono prevalentemente tratte da materiali fotografici e grafici preesistenti modificati e riadattati dall'autrice. La riproduzione parziale e non a scopo commerciale del materiale pubblicato (immagini e testi) è consentita citando la fonte (indirizzo web) e l’autore (Cinzia Ricci o altri), diversamente tutti i diritti sono riservati.

by www.cinziaricci.it

Questo sito, testato principalmente con Firefox, Internet Explorer e Safari, è privo di contenuti dannosi per i computer. L'utilizzo di altri Browser o comunque con script e controlli ActiveX disattivati, potrebbe causare visualizzazioni difformi o parziali, errori e malfunzionamenti. Risoluzione schermo consigliata: 1024x768.