Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca Clicca per accedere alla sezione...

"Possiamo imparare a lavorare e a parlare quando siamo impaurite, nella stessa maniera con cui abbiamo imparato a parlare e lavorare quando eravamo stanche. Ma noi abbiamo imparato a rispettare la paura, più del nostro bisogno di parlare e se aspetteremo in silenzio il lusso finale di non avere più paura, il peso del nostro silenzio ci stroncherà."

AUDRE LORDE, Sister Outsider, 1986

Contattaci!
Aggiornato Martedì 27-Mar-2007


«DUE LESBICHE COME GENITORI, ESPULSA DA SCUOLA» - di A. Sa., 24 Settembre 2005
Shay ha due mamme. Una è la madre naturale, che l'ha partorita 14 anni fa. E l'altra è la compagna con cui la donna ha una relazione da ben 22 anni. Ma vivere con due lesbiche come genitori è costato alla ragazza l'espulsione dalla scuola cristiana che frequentava. Il comportamento della madre, ha spiegato il preside, non è in linea con le politiche e con la morale dell'istituto...
“USA: DIFFUSI IN TUTTO IL PAESE I GLI ABUSI E I MALTRATTAMENTI DELLA POLIZIA...

...NEI CONFRONTI DELLE COMUNITA' DI LESBICHE, GAY, BISESSUALI E TRANSESSUALI, RIVELA AMNESTY INTERNATIONAL” - 22 Settembre 2005

«I poliziotti non ci sono per servire; ma per essere serviti. Ogni notte mi portano in un vicolo e mi fanno scegliere tra fare sesso o andare in prigione.» Nel più esauriente rapporto di questo genere sinora prodotto, Amnesty International rivela che il maltrattamento e l'abuso di persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali (Lgbt) da parte della polizia negli Usa è ampiamente diffuso in tutto il territorio nazionale e resta largamente incontrollato a causa di linee di condotta e pratiche scarsamente divulgate, indefinite, non applicate o inesistenti…

“LOVE IN ACTION”: QUANDO “L’AMORE” ENTRA IN AZIONE - LA STORIA DI ZACH NELLA CLINICA “REFUGE”  ed altri casi..., 23 Agosto 2005
Spesso si racconta, sui giornali, in tv, nei media in genere, del poco amore di certi figli nei confronti dei loro genitori, del loro precoce malessere di vivere. La storia di Zach Stark è l’esempio più eclatante che invece a volte sono proprio i genitori a non amare i propri figli, chiamando “amore” il loro “non amore”...
 OMOFOBIA ISLAMICA - Luglio 2005

UE: "GRAVE PREOCCUPAZIONE PER LE ESECUZIONI DEI DUE RAGAZZI IRANIANI"

6 luglio 2005: "L'Unione Europea esprime grave preoccupazione in relazione alla notizia delle pubbliche impiccagioni di due giovani iraniani, avvenute a Mashad il 19 luglio 2005", è scritto nel comunicato diffuso dall'ambasciata a Teheran del Regno Unito, presidente di turno della Ue...


«L'OMOFOBIA ISLAMICA» - 28 Luglio 2005, di Daniele Priori

"Quando un uomo monta un altro uomo, il trono di Dio trema. Uccidi colui che fa questa cosa e anche chi la fa fare". Devono essersi ispirati a questa massima, un detto attribuito al profeta Maometto, i giudici iraniani che nei giorni scorsi hanno mandato a morte due ragazzi, uno diciottenne, l'altro diciassettenne, impiccati sulla piazza della giustizia a Mashad, colpevoli di essere giaciuti, ancora minorenni, con un tredicenne e poi, dopo essere stati torturati, di aver ammesso la storia d'amore che c'era tra loro...


IL C.O.C OLANDESE, RACCOGLIE FIRME CONTRO L'IRAN
- Petizione

6 OTTOBRE 1998: IL CASO MATTHEW SHEPARD
Albany, Wyoming. Matthew Shepard, uno studente di 21 anni dell’università del Wyoming, è brutalizzato da due giovani e muore dopo cinque giorni di agonia...

“CRONISTORIA DEL CASO MATTHEW SHEPARD...” - di Fabrizio Picciolo
“MCKINNEY COLPEVOLE, MA NIENTE CONDANNA A MORTE” - di Luca Balboni
“IN RICORDO DI MATT. IL DISCORSO COMMEMORATIVO DEL PADRE AL PROCESSO, TRA GAY PANIC, CONDANNA E PERDONO…” - di Fabrizio Picciolo

29 SETTEMBRE 2004: MUORE FANNY ANN
Care amiche, è con grande dolore che condividiamo con voi la notizia del brutale stupro ed assassinio di Fanny Ann Eddy. Fanny Ann è stata attaccata negli uffici del SLLAGA, l'associazione Gay e lesbo della Sierra Leone fondata e diretta da lei, la notte di Mercoledì 29 settembre. Gli assaltatori sono entrati con la forza negli uffici dove Fanny Ann, quella notte, stava lavorando da sola. Stando a quanto detto è stata stuprata e le è stato spezzato il collo...

LA COMUNITÀ LGBT* PIANGE LA MORTE DI FANNY ANN - Ottobre 2004
BATTAGLIE DI TENACE CONSERVAZIONE - di M. G. Toniollo dal n. 111 di Critica liberale, 29 Aprile 2005

 

Bella Martinez

 

 

<bgsound src="musica/04Nightday.mid" playcount="10">
...
Le immagini, se non diversamente segnalato, sono prevalentemente tratte da materiali fotografici e grafici preesistenti modificati e riadattati dall'autrice. La riproduzione parziale e non a scopo commerciale del materiale pubblicato (immagini e testi) è consentita citando la fonte (indirizzo web) e l’autore (Cinzia Ricci o altri), diversamente tutti i diritti sono riservati.
Questo sito, testato principalmente con Firefox, Internet Explorer e Safari, è privo di contenuti dannosi per i computer. L'utilizzo di altri Browser o comunque con script e controlli ActiveX disattivati, potrebbe causare visualizzazioni difformi o parziali, errori e malfunzionamenti. Risoluzione schermo consigliata: 1024x768.