Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione...
Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca per accedere alla sezione... Clicca Clicca per accedere alla sezione...
Contattaci!
Aggiornato Lunedì 05-Mar-2012


24 Settembre 2005

 

Eccomi giunta al giro di boa, prossima al traguardo, pronta a scrivere una parola che, comunque, definitiva non può essere, né vorrei lo fosse. Sebbene non mi piaccia avere conti in sospeso, lasciarmi dietro porte aperte o socchiuse, rendo ben visibile uno spiraglio affinché la vita vi transiti come vuole. Come sempre non opporrò resistenze. Sono pronta.

So, è evidente, che l’avventura iniziata con Borderline due anni fa si è consumata, in buona parte conclusa, almeno nella forma attuale. Nonostante i dubbi, le perplessità, è giunto il momento di passare ad altro – prendere atto che un ciclo si è concluso.

Borderline è stata un’esperienza straordinaria, irripetibile: tanto ho imparato – tanto mi ha dato e tanto ha preso. Ho gettato un seme e a poco a poco intorno mi è cresciuto un giardino. Ci sono stati giorni di gelo, pioggia o nebbia, in altri il sole e i profumi hanno riempito l’aria. Lacrime e sangue? Certo, ma anche sorrisi e speranza. Così è la vita. Questo ho raccontato, questa piccola verità ho affidato alle parole che hanno cominciato a correre veloci, raggiunto luoghi interiori che non posso nemmeno tentare d’immaginare. E anche lì, mi dicono, sono nati giardini.

Non un solo gesto, una sola parola, un solo pensiero espresso con l’intento di comunicare, capire, và perduto – è privo di conseguenze. Chi si mette in relazione ha responsabilità precise e, al di là degli effetti, il merito del coraggio, della fantasia al servizio della curiosità e dell’amore – e tanto ne occorre per non gettare la spugna, restare o mettersi dalla parte dei giusti che a questo mondo sono sempre stati una piccola minoranza… ignorata, dileggiata, perseguitata. Ma senza, che ne sarebbe del genere umano? Chi lo potrebbe riscattare? Cosa lascerebbe di sé? Niente, temo.

Ho messo ordine, dunque. Sulla scrivania i taccuini, le penne, il registratore. Raccoglierò altre testimonianze, se me ne sarà data l’occasione – ma intanto mi accingo a dar corpo a nuovi progetti… Perché il filo rosso non si spezzi, l’oblio, le offese, le chiacchiere vuote o i silenzi colpevoli e opportunistici dei pusillanimi non rendano la vita un’enorme menzogna, quella miserevole medaglia con un’unica faccia che vorrebbero.

Cinzia Ricci

 

Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina... Clicca per accedere alla pagina... Clicca per accedere alla pagina... Clicca per accedere alla pagina... Clicca per accedere alla pagina...
Clicca per accedere alla pagina... Clicca per accedere alla pagina...

 

Le immagini, se non diversamente segnalato, sono prevalentemente tratte da materiali fotografici e grafici preesistenti modificati e riadattati dall'autrice. La riproduzione parziale e non a scopo commerciale del materiale pubblicato (immagini e testi) è consentita citando la fonte (indirizzo web) e l’autore (Cinzia Ricci o altri), diversamente tutti i diritti sono riservati.

by www.cinziaricci.it

Questo sito, testato principalmente con Firefox, Internet Explorer e Safari, è privo di contenuti dannosi per i computer. L'utilizzo di altri Browser o comunque con script e controlli ActiveX disattivati, potrebbe causare visualizzazioni difformi o parziali, errori e malfunzionamenti. Risoluzione schermo consigliata: 1024x768.